martedì 19 marzo 2013

i papà presenti

A me questa storia che i papà di oggi sono più bravi di quelli di una volta sembra un pò un luogo comune.
Diciamocelo, gli uomini che tornano a casa dal lavoro e si piazzano sul divano a guardare la tv ci sono sempre stati, così come quelli che invece giocano con i loro figli e se ne prendono cura esattamente come farebbe una mamma. Credo si debba fare una distinzione fra padri presenti e padri assenti, che è molto diverso e va al di là del tempo.
Io del mio papà ho parlato l'anno scorso, qui. Lui è stato sempre con me, nonostante il suo lavoro molto impegnativo. Insieme abbiamo messo in scena innumerevoli scenette con le Barbie, guardato le partite di calcio durante le quali ad ogni goal io correvo per casa urlando "gooolFFFFFF", passato i sabati e le domeniche al maneggio: io in sella, lui appoggiato alla staccionata che mi guardava saltare (e se la faceva sotto, lo so, ma non me l'ha mai detto). Lui ha sempre dedicato il suo tempo libero prima alle sue figlie, poi a se stesso. La lettura di un libro o del quotidiano, qualche minuto di tv, venivano sempre dopo.
E in mio padre rivedo Lui, il papà della bionda.
Lui che ha una pazienza da certosino (che a me manca) e crea ogni sera mondi incantati fatti di personaggi inventati, streghe e fate, nei quali è lui stesso personaggio assieme alla sua bimba.
Lui che si concede il divano solo dopo che la favola della buonanotte è stata raccontata e i mille baci sono stati dati.
Lui che lunedì si ritaglierà un pomeriggio per portarla a "incontrare" Peppa Pig.
Lui che cinque anni fa ormai mi disse "insegnami tutto", che era un modo per dirmi "non voglio sostituirmi a te, ma esserci".
Ci sono adulti molto fortunati che pensano alla loro infanzia e a quella dei loro figli con le farfalle nello stomaco, perchè per nulla al mondo vorrebbero cambiarla e i ricordi sono così vivi e intensi da sembrare ancora realtà. Ecco, io auguro alla Bionda e al suo papà una pioggia di farfalle, fra vent'anni. La stessa che abbiamo io e il mio, ora.
Auguri, auguri a tutti i papà della terra,
auguri a quelli presenti, che hanno capito
auguri a quelli assenti, che non hanno ancora imparato a usare il loro cuore, e io spero possano rimediare prima o poi, perchè non è mai troppo tardi
auguri ai papà del cielo che continuano ad abbracciare, consigliare, rimproverare, baciare i loro figli, in silenzio, ogni giorno
auguri ai papà che papà diventeranno fra poco, e la loro vita sarà migliore
auguri ai papà che papà lo sono stati solo per qualche mese e ora aspettano di provare, di nuovo, quella sensazione di cuore pieno
auguri ai papà e al loro amore, che io non potrò mai provare ma che ho vissuto da figlia e so per certo essere insostituibile.

Lui e la Bionda sull'isola di Sandhamn (Svezia), due anni fa

14 commenti:

  1. Caspita che brividi. Auguri al papà della Bionda! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, auguri al papà della tua riccia e abbracci anche a te ;-)

      Elimina
  2. Auguri ai papa'!Davvero!
    Mi ha fatta riflettere il tuo post, io quell'amore da papa' non l'ho vissuto, purtroppo lui non c'era mai non credo mi abbia mai vista andare a cavallo in tanti anni (eh si'...), ma oggi mi commuove vederlo con mio figlio, ora che non vuole perdersi nemmeno un attimo con lui.
    Per questo anche io ho fatto con un post i miei auguri a lui e al meraviglioso compagno che e' il padre di mio figlio, e anche a tutti i papa', presenti o no.
    Un abbraccio!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, questo suo essere un nonno cosi presente e' un modo per recuperare anche quei momenti in cui non e' potuto stare con te. Che bello.

      Elimina
  3. Condivido appieno ogni parola e da "figlia di un padre molto presente" anche le emozioni :)
    Auguri ai papà!

    RispondiElimina
  4. Forse non sono più bravi, ma solo più presenti perchè devono. essere bravi è altra roba. E' quella che racconti tu nel modo speciale che sai usare.
    Le farfalle tra venti anni sono bellissime.
    Raffaella

    RispondiElimina
  5. io quando penso al mio papà ho davvero le farfalle allo stomaco;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vuole dire che siete davvero una bella squadra, tu e lui :-)

      Elimina
  6. siamo donne e figlie fortunate entrambe e i nostri figli lo sono a loro volta. E' bello vedere il bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. E' bello vedere il bello, soprattutto quando meno te lo aspetti, o quando lo trovi dopo averlo a lungo cercato :-)

      Elimina
  7. Piu chiaro di cosi: hai ragione cara fra, i bravi/cattivi padri ci sono sempre stati forse adesso un po' xche' noi lavoriamo di piu e ci siamo meno, loro sono piu coinvolti. Io adoro i papa' che fanno i papa', mi fanno un'infinita tenerezza! Ti abbraccio e complimenti per come ti esprimi, mi sei sempre piaciuta x questo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Kike! E un abbraccio anche a te :-)

      Elimina