giovedì 13 dicembre 2012

i regali, secondo me

Il natale è ormai alle porte e io questa cosa che dobbiamo farci i regali non l'ho mica capita. Lo ammetto, sono in modalità Lucy Van Pelt: ON. Ovvero, spiegatemi il senso della corsa all'acquisto perfetto in vista del 25 di dicembre.
Passi quando ci sono dei bambini in famiglia, che con la storia di Babbo Natale devi per forza dare il via al solito rituale del scrivi la letterina, mettila sotto all'albero che poi lui arriva a prenderla, cerca disperatamente di capire che cosa vogliano veramente perchè loro mica si spiegano bene spesso, tanto il vecchietto è magico quindi sa cosa voglio (aiuto). Vai a comperare i giocattoli, nascondili in posti improbabili e segretissimi ricordandoti dove li hai messi, che non è mica cosa scontata. Mia madre per esempio è specializzata nell'archiviare i pacchetti in posti assurdi, salvo poi ritrovarli nei momenti sbagliati, tipo ad agosto fra un bikini e un paio di infradito. "E questa cos'è? Ah la tisaniera con le renne per la zia P. Ecco dov'era!!!!". Giusto per dirvene una.
Infine, la sera del 24 non prima di esserti assicurata che la tua prole sia in piena fase REM procedi con la disposizione della mercanzia sotto all'albero.
Ok, tutto questo ci sta. Ma per noi adulti, io mi chiedo, perchè dobbiamo comperare regali? A Natale di solito non si dovrebbe pensare a chi è meno fortunato di noi? Perchè spender soldi per una ricorrenza che non è un compleanno, giusto per fare un esempio, e perder tempo a pensare a cosa regalare per poi scegliere sempre le stesse cose?
Quindi, tutto questo per dirvi che io da diversi anni a questa parte non faccio regali, o meglio, li faccio pensando solo ed esclusivamente a chi ha davvero bisogno.
Questo post vuole darvi qualche indicazione se come me avete intenzione di fare regali solidali.
Che poi se una persona ha un minimo di sale in zucca dovrebbe solo apprezzare un pacchettino contentente tre cioccolatini e una letterina con scritto "Kit medico di pronto soccorso per mamme e bambini. Save the Children ringrazia". O no?
Dai ditemi di sì altrimenti parte un pugno alla Lucy VP hehehe.
 
 
Eccovi una mia piccola e personalissima selezione :-)
 
1) Save the children, vi offre una vastissima scelta di regali davvero per tutte le tasche. Pensate che con 8 euro potete acquistare una miscela di latte terapeutico per i bimbi malnutriti. E diciamocelo, la zia P. secondo me è molto più felice così piuttosto che con l'ennesimo bagnoschiuma: lo sappiano tutti che il suo "che beeeeello! Graaaaazie" in realtà significa "un altro? Che palle".
Poi l'organizzazione vi manda a casa proprio la letterina natalizia e personalizzata. Non dovete nemmeno sbattervi per uscire a comperare il biglietto di auguri.
 
2) Aseop è un'associazione di ematologia e oncologia pediatrica della mia zona, nel sito trovate il programma dei loro piccoli mercatini di natale dove è possibile acquistare aceto balsamico, panettoni e delizie al cioccolato. Ma se volete potete anche fare una donazione :-)
 
 
3) Poi c'è Noipervoi per l'Ospedale Meyer di Firenze, un'associazione di genitori contro le leucemie e i tumori infantili. Se cliccate nella sezione Natale della sua homepage troverete moltissime idee regalo davvero carine.
 
4) da emiliana, non posso certo non pensare alle zone terremotate che sono proprio a pochissimi km da casa mia, quindi vi invito a visitare Natale per l'Emilia, dove troverete ceste natalizie create con prodotti provenienti dalle aziende colpite dal terremoto. Ogni cesta porta il nome dialettale del suo paese di provenienza :-)
 
Se avete altre idee per regali solidali, commentate qui sotto e le aggiungerò alla lista!
Nel frattempo, la bionda circa un mese fa si è fatta un giro nel suo negozio di giocattoli preferito e ha stilato una wishlist da far impallidire perfino Babbo Natale in persona. Aiuto.

10 commenti:

  1. condivido in pieno! io già da qualche anno (esattamente da quando sono mamma), regalo solo cose fatte da me: l'anno scorso biscotti e dolcetti mentre quest'anno mi sto divertendo a realizzare piccoli babbi natale e bamboline con quello che ho in casa.

    RispondiElimina
  2. Brava! E io faccio i soliti regali tuoi :)
    che sono i migliori ;)

    RispondiElimina
  3. Ma che brava! Io ho completamente omesso la sezione fai da te perché sono un autentico disastro...non ho ne' manualità n'è pazienza!

    RispondiElimina
  4. Ovviamente volevo scrivere ne'...maledetto correttore automatico....

    RispondiElimina
  5. concordo in pieno, noi sono due anni che ci regaliamo magari un libro, ma poi facciamo beneficenza ad un'associazione chiamata AMKA, che permette a tanti bambini di studiare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, anche io in caso mi butto in libreria! Bella l'associazione, me la segno! :-)

      Elimina
  6. A me piace fare regali, certo non devono essere x forza costosi, basta il pensiero. Ma è bello avere il proprio regalo da scartare a Natale! Poi una cosa non esclude l'altra, il regalo solidale è di sicuro ben accetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti per esempio con la onlus a favore del Meyer ci sono tantissime cose deliziose che ho acquistato giusto ieri!

      Elimina
  7. Ciao! Ti ho trovata tramite Diario di una magica avventura, mi ha colpito il titolo del tuo blog... è molto bello qui, ti seguo e tornerò a leggerti...

    RispondiElimina